Yandex.Metrica

Qual è la chiave per differenziarsi nel marketing?

“Il mondo del marketing è pieno di pensatori, 
gente che parla e guru auto-proclamati, 
ma dopo un po’ iniziano a suonare tutti uguali.

Quello di cui c’è bisogno è più gente che fa – agenzie e professionisti che guidano il cambiamento praticando quello che predicano.”

Tu che ne pensi ?

marketing lead generation copywriting andrea lisi copy persuasivo più clienti copywriter facebook ads

La mia modesta (ma accurata) opinione è che chi ha pronunciato questa frase ci abbia preso in pieno.

Il tipo si chiama Paul Roetzer ed è uno dei pionieri del marketing scientifico e misurabile.

La nuova frontiera.

(L’unica che vedo percorribile fin da quando qualche anno fa mi sono messo in questo settore.)

Da una parte infatti, anche in Italia, hai web agency mediocri che ti fanno pagare fior di quattrini per stupidi siti vetrina o campagne creative, senza dati né strategia.

Dall’altra hai i “formatori“, o meglio gente che ha scelto la strada più facile per fare soldi contando sull’ignoranza dell’imprenditore medio, che ti chiede migliaia di €€€ per lasciarti semplicemente con una serie di cose da fare, e nessuna indicazione tecnica su come farlo davvero.

Quando ti va bene senti delle cose nuove
e ti godi un bello show.
Ma poi?

E scusa, che dire poi di chi pretende di fare semplicemente il coach o il consulente?
Quello che ti fattura qualche millino per dirti semplicemente “come si fa”
oppure – peggio – per dispensarti consigli senza prendersi alcuna responsabilità.

Per chi fa sul serio

Ora immagino che se tu sei un imprenditore
ti piace avere il controllo sull’azienda, sei bravo a delegare e dai il giusto valore al tuo tempo.

Sei ambizioso, responsabile e sai che non puoi addossare il tuo rischio di impresa a nessuno.
E’ la strada che hai scelto.

Magari ti vuoi anche formare, perché hai capito che il marketing è essenziale per il benessere della tua attività e vuoi capirne più che qualcosa.

Ma quando si tratta di APPLICARE la situazione si fa complessa …

… guardi i tuoi conti, pensi a quello che hai investito già in corsi che ti hanno dato un'”infarinatura”
e quando ragioni a mente lucida ti rendi conto che non si diventa digital marketer in 2 giorni (e neanche in 2 mesi)…

Quindi pensi anche che le tue ore possono essere spese meglio, e che con i tuoi numeri ha più senso prendere dei professionisti e affrontare con loro la battaglia per arrivare la conquista del mercato.

Ma poi gente che ne capisce e che vuole FARE – invece che semplicemente insegnare – non ne trovi.

Chi c’è là fuori?

C’è qualcuno che ne capisce davvero ed è però anche pronto a rischiare, a cimentarsi in un settore nuovo come il tuo, a relazionarsi a te come un vero partner
e non da fornitore impassibile?

Te lo dico…a forza di vivere e respirare marketing online tutti i giorni, scrivere fiumi di copy, impostare automazioni e ottimizzare campagne assieme al mio team
per oramai TANTI clienti, ti posso dire con certezza una cosa:

sono molti quelli che sono nella tua stessa situazione.

 

E io ti capisco.

Ho la stessa mentalità e pago volentieri qualcuno per occuparsi delle attività in cui ho capito che non sono bravo.

E man mano che il mio business cresce, lo faccio sempre di più.

Il perché è molto semplice: questo libera il tempo e le energie necessarie a concentrarmi sulle mie abilità uniche.

Quelle che mi danno un vantaggio competitivo su tutta la gente che si improvvisa a scrivere articoletti o che si pretende “esperta” di copy e lead generation, senza essersi mai sporcata le mani a vendere prodotti e servizi.

Per non parlare del fatto che pagando delle persone o dei software, posso dedicarmi a fare quello che mi piace fare davvero.

Che non è la segreteria o la contabilità, ad esempio.

E se NON ho un budget per pagare dei professionisti?

Beh, per carità, non ti dico di farti un mutuo apposta.

Onestamente, in questo caso ti dico io stesso di
investire quello che puoi e formarti.

Per chi vuole collaborare con la mia agenzia
e per chi vuole saper fare queste cose direttamente, o formare qualcuno che le faccia in azienda, la soluzione migliore è acquisire gli strumenti e le procedure.

E fare poi il grosso da sé.

Il percorso è quello che ho seguito io e chi come me ha preso corsi su corsi, raccogliendo un sacco di schemi e informazioni, per poi assemblarli faticosamente fino a trovare la risposta alle sue necessità.

Essendoci passato, capisco chi NON ha (o non vuole) mettere il budget di cui parlavo prima, ma ha bisogno comunque di imparare come si fa marketing misurabile e come si acquisiscono contatti online.

E’ per queste persone – e per formare chi deve lavorare con me – che ho risolto una volta per tutte il problema.

Come?

Mettendo in 20 video da un’ora l’uno l’intero Programma SfornaClienti – 4 diversi corsi (strategia e brand, copywriting, traffico, strumenti web) e dando tutto a un prezzo ultra-accessibile.

Infatti se hai già cercato in giro o se hai letto le mie mail dei mesi scorsi, saprai che un programma del genere – quando fatto in azienda o individualmente – costa almeno 1.200€ (questo l’ho fatto pagare in passato, pure sempre degli spicci).

Pensa che io lo metto a disposizione online a una cifra ridicola:
meno di 300 euro (UNA TANTUM, niente abbonamento mensile).

In pratica meno di quello che spendi per una gita di 3 giorni fuori porta…

E credo che se vuoi avere successo, sul serio, non perderai tempo ad applicarlo.

In più, hai la mia parola che funziona, perché ti garantisco i risultati. A costo di ridarti indietro quei 297 euri per intero senza tante questioni.

L’importante è che ricordi questa cosa:

è facendo che ci si differenzia, in ogni caso.

Quelli che hanno l’opportunità di dominare un mercato sono coloro che hanno una strategia di brand positioning chiara, frutto di un’analisi attenta del cliente ideale e della concorrenza.

E quelli che si differenziano dalla massa e fanno sì che i clienti vengano da loro sono sopratutto quelli che pubblicano contenuti educativi e persuasivi tutti i giorni, che hanno un sistema di follow-up automatico dei lead, che misurano in tempo reale i rendimenti delle campagne ecc. ecc.

Tienilo a mente.

E tu, cosa stai facendo?

Come sta andando?

Fammi sapere nei commenti qui sotto

oppure compila il Questionario su questa pagina.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × 1 =